unisa ITA  unisa ENG


Raffaele Viviani - La vita

Raffaele Viviani

a cura di Nunzia Acanfora


E ce ne stanno fatiche...

R. Viviani

Fifì Rino

TRATTO DA: Dalla vita alle scene con l'aggiunta di Numeri di Varietà, di Raffaele Viviani, Napoli, Guida editori, 1977, pp. 169-170.

 

Io mi chiamo Fifì Rino,
sono un tipo molto fino.
Ogni donna m'apre il cuore,
al mio sguardo langue e muore.
Cinquemila innamorate
nel mio libro ho registrate;
poi tutte le ho gonfiate di promesse e falsità
       Se passo, le donne
       mi corron vicino:
       mi chiamano bello,
       vezzoso e carino.

       Son un de' membri grandi
       nell'aristocrazia;
       ovunque vo' ho amanti,
       che dicono così:
       Perché non mi tasteggi?
       Consolami un pochin!
       Oh Rino di qua!
       Oh Rino di là!
       Oh Rino di qua e di là!

Sono il re degli eleganti:
caramella tuba e guanti
non mi faccio mai mancare
e perciò mi fo ammirare.
Parlo il greco, il messicano,
molto ben l'americano
e poi stando un poco a Orano mi sò infraciosato ben!
       Ho molti cavalli
       carrozze, villini
       e alcuni casini
       possiede mammà...

       Son un de' membri grandi, ecc.

Nel giardino ho molti fiori
che mi danno mille odori,
e di questo cor la dea
m'ha donato un'orchidea...
Ma, nel farmi qualche imbroglio,
la mi netta il portafoglio,
e poi tutta pien d'orgoglio s'addormenta sul suo cuor.
       Son più che felice
       quand'odo: Mio Rino!
       in bocca un bacino
       su lasciati dar!

       Son un de' membri grandi, ecc.